L’ultima dai Salvo: una carta dei vermouth

//L’ultima dai Salvo: una carta dei vermouth

Si arricchisce sempre più l’offerta drink dei fratelli, che già hanno sfondato con l’accoppiata pizza + champagne

Ormai i fratelli Salvo – Francesco e Salvatore, che dopo aver reso il locale di famiglia a San Giorgio a Cremano un modello di “pizzeria contemporanea”, hanno aperto un nuovo indirizzo in un palazzo storico di Napoli – non ci sorprendono più. O meglio, non ci stupisce che siano sempre pronti a sorprenderci con un’ennesima novità, nuove pizze del menu, nuovi ingredienti selezionati con cura o nuovi abbinamenti. Come nel caso di quest’ultima anteprima, la carta dei vermouth in arrivo a breve in entrambi i locali. Un’altra brillante idea, dopo che avevano già proposto – con la collaborazione del sommelier Pasquale Brillante – una carta delle birre artigianali e dei vini tra le più complete del panorama nazionale per quel che riguarda le pizzerie, con tanto di annate vintage e grandi etichette alla mescita grazie al sistema Enomatic; e ancora, bollicine italiane e d’Oltralpe e pure una carta dei Marsala, con poche ma selezionatissime etichette, riportando così in auge la tradizione partenopea di accompagnare la pizza fritta con il vino siciliano. Adesso, dunque, i Vermouth: lo storico vino liquoroso piemontese, tornato alla ribalta negli ultimi anni e ormai presente sulle bottigliere di tutti i cocktail bar, arriva dunque anche in pizzeria.

Anche in questo caso, un lungo lavoro di assaggi e selezione fatto da Francesco, Salvatore e Pasquale ha portato alla selezione di quattro etichette ognuna con un suo preciso carattere, abbinate ad altrettante pizze dai sapori “importanti”. Ad esempio, il vermouth Carlo Alberto Red viene proposto con la buonissima pizza Quattro Formaggi, con base di fior di latte d’Agerola, erborinato di capra stagionato ai frutti rossi e rose, e in cottura, completata poi con scaglie di provolone stagionato e una crema di robiola di capra. La saporita Cosacca, con generosa grattugiata di pecorino irpino, sarà proposta con l’italo-spagnolo Vermò di Ettore Velluto e Jorge Ferrer. La classica Marinara con il Mulassano Rosso e la Margherita del Vesuvio – base bianca con pomodorini del piennolo del Vesuvio Dop in conserva, mozzarella di bufala campana Dop, olio extravergine di oliva e basilico – con lo storico Carpano Antica Formula.

2019-03-06T14:30:49+00:00