francesco e salvatore

“PIZZAJUO” tra umiltà e passione di fare pizza!

Talvolta quando mio padre incontrava qualcuno veniva chiamato “PIZZAJUÓ” quasi a rimarcare in maniera vezzeggiativa la natura umile del suo mestiere. Lui non lo dimostrava ma credo fosse infastidito da questa cosa in quanto nella sua umiltà era fiero del suo lavoro. Era fiero anche perché adorava questo mestiere e cercava di farlo al meglio della sua conoscenza senza mai aver preteso di insegnare qualcosa a qualcuno. In fondo lui avrebbe voluto che noi ci emancipassimo dandoci la possibilità di studiare,dando in fondo un vero senso ai suoi sacrifici e a quelli della famiglia a suo seguito….
Noi continuando la sua arte ci siamo spesi con il nostro lavoro ,alla stregua di tanti bravi colleghi,affinché il mestiere umile del pizzaiolo avesse la sua giusta dignità .
Ieri parlando con un caro amico chef riflettevamo sulla spropositata esposizione degli chef ,ma soprattutto dei pizzaioli .Esposizione talvolta ricercata con maniacalità fino quasi a trascurare l’importanza dell’utile della propria azienda o di quella a cui si presta servizio.Autoproclamazioni a maestro,sfoggio di autostima ,look buffi o sgargianti,cura dell’immagine ,presenzialismo, inneggiamenti da stadio…tutto con lo scopo di creare “mostri da facebook”…
La riflessione è perchè questo?Si vuole più apparire che saper fare per sentirsi importante nel proprio piccolo mondo .
Credo ,e con rammarico lo dico ,che io preferirei tornare indietro a quando mio padre veniva chiamato “PIZZAJUÓ” perché forse li ci spendevamo solo a fare bene il nostro lavoro ,ci si nutriva di umiltà ,una parola che nella sostanza arricchiva il nostro lavoro ma di cui oggi se ne strumentalizza il valore sempre ammesso che se ne conosca il vero significato .Vorrei essere sporco di lavoro sempre per non perdere di vista il valore di esso e per sentire sempre il sapore della fatica . Agli occhi degli altri voglio essere semplicemente fiero di quello che faccio nell’umiltà di un mestiere nobile come quello del Pizzajuolo.

Grazie! You've already liked this